Procedure Neurochirurgiche

Neurochirurgia minimamente invasiva

La Neurochirurgia Minimamente Invasiva consiste in una vasta gamma di tecniche chirurgiche che consentono l’accesso al cervello, alla base del cranio e alla colonna vertebrale, con un danno minimo per il paziente.

La neurochirurgia mininvasiva è stata inizialmente sviluppata come approccio minimamente invasivo per il trattamento dei tumori cerebrali complessi ma attualmente lo sviluppo tecnologico ha portato all’evoluzione di strumenti chirurgici d’avanguardia che consentono la sua applicazione anche sulla colonna vertebrale.

Le procedure di chirurgia mininvasiva (MIS) prevedono l’utilizzo di dispositivi che, se opportunamente selezionati ed utilizzati, aiutano il neurochirurgo nell’esecuzione della procedura. Questi strumenti comprendono microscopio operatorio ad altissimo ingrandimento e risoluzione, endoscopio, esoscopio, neuronavigazione e TC e RM intraoperatoria

neurochirurgia minimamente invasiva

Benefici della neurochirurgia mini invasiva

Le procedure MIS portano ai seguenti benefici:  

  • minore trauma operatorio e dolore post operatorio;
  • rapida ripresa delle abitudini quotidiane del paziente (ritorno alla normalità);
  • minori complicanze post operatorie;
  • degenza ospedaliera ridotta;
  • incisioni più piccole ed estetiche;
  • muscle sparing, ovvero il risparmio del tessuto muscolare: negli interventi chirurgici spinali, le tecniche MIS consentono di retrarre lateralmente il muscolo invece di tagliarlo per raggiungere il target operatorio. Questo risparmio del tessuto muscolare consente al paziente di recuperare molto più rapidamente e di provare molto meno dolore dopo l’intervento;
  • maggiore precisione mediante l’utilizzo di strumenti d’avanguardia.

 

Strumenti per effettuare le procedure neurochirurgiche mini invasive

Nella chirurgia MIS, vengono utilizzate speciali attrezzature mediche e operatorie per supportare le tecniche del chirurgo durante tutta la procedura. Questi elementi dell’attrezzatura possono includere:

  • neuronavigazione intraoperatoria;
  • microscopio ad alta risoluzione;
  • endoscopio/esoscopio;
  • cavi in ​​fibra ottica;
  • strumenti chirurgici ad hoc;
  • monitor video esterni;
  • neuromonitoraggio delle funzioni motorie e sensitive con ausilio del tecnico neurofisiologo in sala operatoria.

 

procedure neurochirurgiche
telemedicina neurochirurgo

Desideri un consulto ma vivi troppo lontano?
La 𝐓𝐞𝐥𝐞𝐦𝐞𝐝𝐢𝐜𝐢𝐧𝐚 è lo strumento moderno ideale per un primo inquadramento clinico!

Per prenotazioni
𝐒𝐞𝐠𝐫𝐞𝐭𝐞𝐫𝐢𝐚 𝐝𝐢 𝐌𝐞𝐝𝐢𝐜𝐢𝐧𝐚 𝐝𝐞𝐥 𝐃𝐨𝐥𝐨𝐫𝐞